• 0422 - 300681
  • info@cetengineering.it

Scavalco ciclopedonale dell’autostrada A27 in Cendon

Scavalco ciclopedonale dell’autostrada A27 in Cendon

1-portuali-Piattaforma logistica Comune di Silea (TV)
2009 – 2012
Progettazione esecutiva, direzione lavori e coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione

Il nuovo ponte ciclo pedonale al Km 12+820 della A27 in località Cendon commissionato dal Comune di Silea ha una larghezza netta di 4.0 m, formata da una pista ciclabile di 2.50 m affiancata da un marciapiede largo 1.50 m; i due percorsi non sono fisicamente separati fra loro, bensì delimitati semplicemente dalla segnaletica orizzontale.
Al ponte si accede tramite due rampe aventi una pendenza pari a 5.10%, che permette di assicurare il franco minimo di 5.50 m sulla sede autostradale prescritti da ANAS e Società Autostrade. Da queste ultime è stato inoltre imposto che la struttura fosse compatibile con un eventuale futuro allargamento della A27 a quattro corsie, il che ha reso necessario aumentare la lunghezza della campata centrale a 60.0 m. Il ponte si presenta quindi con tre campate, una centrale di attraversamento lunga 60.0 m e due laterali di bilanciamento di 30.0 m, per una lunghezza complessiva di 120.0 m. L’impalcato ha struttura metallica, costituita da una coppia di travi laterali a doppio T alla base delle quali sono collegati i traversi, che hanno interasse di 2.0 m.
Il controventamento di piano dell’impalcato è assicurato da una soletta in calcestruzzo gettata in opera su una lamiera grecata opportunamente sigillata per impedire cadute di materiale durante il getto. Le pile sono circolari in calcestruzzo con diametro di 1.00 m, poggiante su una zattera di dimensioni 3×7 m. Le fondazioni sia della zattera che delle spalle sono costituite da pali di tipo vibro infissi del diametro di 60cm.
L’impalcato sarà costruito ad una distanza di circa 3.50 m da quello del cavalcavia esistente in modo da realizzare le rampe della pista ciclo pedonale in allargamento del rilevato costituente le rampe del cavalcavia esistente.

cetengineering

Leave a Comment